"Museo dei dolmen" un museo virtuale della preistoria e protostoria del Mediterraneo e dell'Europa Occidentale, ideato e diretto da Federico Bardanzellu.******* "Museo dei dolmen Newsletter", diffusa in partnernariato con "Romalavoro.net"

 

Home

Dolmen Museum

  logo2 

 NEWS

Preistoria e protostoria

del Mediterraneo e dell'Europa Occidentale

Newsletter n. 106 - 1 luglio 2020

www.museodeidolmen.it

In partnernariato con: www.romalavoro.net

 

 

 

 pietropaolo

 

 

   

 

  

  

         Fonte foto: Guardaroma

San Pietro, è mai stato a Roma e sono veramente sue le reliquie ritrovate sotto la basilica?

Roma, 29 giu. (Federico Bardanzellu) -  Come ogni anno, il 29 giugno, si festeggia la ricorrenza dell'apostolo Pietro, insieme a quella di San Paolo. Entrambi sono i compatroni di Roma, essendo stati ivi martirizzati, tra il 64 e il 67 d.C. Il primo crocifisso – sembra – a testa in giù; il secondo decapitato.

Nella chiesa di Santa Maria del Popolo vi sono due eccezionali quadri raffiguranti i compatroni, dipinti dalla mano inimitabile del Caravaggio. Posti uno di fronte all’altro, il primo quadro raffigura la crocifissione di Pietro. Il secondo la conversione di Saulo (Paolo).

Leggi tutto

 

archeoastronomia_sardegna

 

 

 

 

 

    

           Autore foto: F.Bardanzellu


 

Paolo Littarru: “La mia accusa agli archeologi sardi”.

Ogliastra, 18 giu. (Michela Girardi, Vistanet) - Ingegnere ambientale cagliaritano, dottore di ricerca in Ingegneria chimica per l’ambiente e la sicurezza e specializzato in Sicurezza e protezione industriale, Paolo Littarru lavora nel campo dell’inquinamento e della bonifiche dei siti contaminati da tanti anni e ha svolto ricerche e scritto pubblicazioni scientifiche in materia. Oggi con lui, però, parliamo di astronomia e archeologia sarda e del libro che ha dedicato a queste particolari discipline.

Da anni sei appassionatissimo di archeologia sarda e archeoastronomia. Come è nato questo interesse, apparentemente lontano dalla tua formazione e dalla tua professione?

Leggi tutto

   

 tomba_neanderthal

  

 

 

 

 

   

    Fonte foto: Museo di Altamura

 

Un fiore nella tomba: così Neanderthal seppelliva i propri cari.

Mosul, 19 feb. (Anna Lisa Bonfranceschi, La Repubblica) - La grotta dello Shanidar è un sito archeologico nel Kurdikistan iracheno, scrigno di preziosi ritrovamenti nella storia dell'antropologia.

Lo è stata mezzo secolo fa, quando restituì i resti di una decina di Neanderthal, grazie agli scavi portati avanti da Ralph Soleck. Lo è di nuovo oggi, con la scoperta dei resti di un 'nuovo' uomo di Neanderthal.

Un solo individuo che conferma ancora una volta quanto l'immagine di un rozzo e poco evoluto cugino Neanderthal fosse sbagliata.

Leggi tutto

 

 

stonehenge_nuovoanello

 

    
  

            

    

  

  Autore Foto: Taro Taylor, Wikimedia

 

 

Scoperto a Stonehenge un nuovo anello di megaliti.

Londra, 22 giugno (La Repubblica) - Stonehenge, il sito delle meraviglie. Ha svelato un anello di 20 megaliti, risalenti almeno a 4.500 anni fa, scoperto da un team di archeologici britannici vicino al famoso sito del Neolitico, nel sud dell'Inghilterra.

L'annuncio è stato dato dalla Bbc. Gli archeologi hanno scavato un cerchio lungo circa 2 chilometri nell'antico insediamento di Durrington Walls, a circa 3 chilometri da Stonenhenge. L'anello preistorico è formato da megaliti di 10 metri di diametro e 5 metri di larghezza. Nella zona hanno lavorato ricercatori delle Università di St Andrews, Birmingham, Warwick, Glasgow e del Galles.

Leggi tutto

  

fardellodelcoleottero

 

 

 

 

 

 

   

  

 

In libreria e in internet "Il fardello del coleottero" di Federico Bardanzellu.

Le generazioni che erano state protagoniste delle grandi tensioni sociali e intellettuali del decennio precedente hanno cominciato ad avvertire le prime profonde delusioni per il fallimento dei loro ideali e, per reazione, rivolgono la loro attenzione alla gaudente ricerca dei piaceri materiali della vita, come i loro coetanei disimpegnati.

Dopo la vittoria elettorale del PCI, alle elezioni europee del 1984, anche gli ideali politici di sinistra sono messi in discussione come irrealizzabili e restano un difficile peso da trascinare, come il pesante fardello di sterco del coleottero della sabbia.

L’unico valore della contestazione che non viene travolto è l’emancipazione della donna. Sopravvive solo chi si adegua passivamente alle nuove regole del gioco dettate dal sesso femminile, dando così un senso al suo ripiegarsi nel privato.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.progettocultura.it

 

 Museodeidolmen.it & Romalavoro.net   Privacy Policy