"Museo dei dolmen" una testata online senza alcun obbligo di registrazione in quanto non risponde alle condizioni ritenute essenziali dalla Legge n. 47/1948 per la definizione di prodotto stampa"

 

Home

Dolmen Museum

   

 NEWS

Preistoria e protostoria

del Mediterraneo e dell'Europa Occidentale

Newsletter n. 193 - 15 aprile 2024

www.museodeidolmen.it

In partnernariato con: www.romalavoro.net

 

 

greco_anatolia

 

 

  
     
  

          

  

   

 

     Fonte Foto: Wikimedia

 

Tavoletta di bronzo di 2000 anni fa dimostra che in Anatolia si parlava greco.

Ankara, 13 apr. (Lucia Petrone, Scienze Notizie) –  Anisa era un’antica città della Cappadocia situata a 19 km a nord-est di Cesarea sul sito di Kültepe- Karahöyük. Testi assiri del XIX secolo a.C. menzionano la città ittita di Kaniş (o Kaneş), da cui molto probabilmente ha avuto origine la parola Anisa.

Kültepe (collina di cenere) è un sito archeologico nella provincia di Kayseri , in Turchia, abitato dall’inizio del III millennio a.C., nella prima età del bronzo. La città moderna più vicina a Kültepe è Kayseri , a circa 20 km a sud-ovest. La scoperta di circa 10.000 tavolette cuneiformi di argilla a Kültepe, soprannominate “tavolette della Cappadocia”, ha reso famoso il sito. Una moneta cittadina del III secolo a.C. è la più antica testimonianza conosciuta del nome greco Anisa.

 Leggi tutto

   

persepoli

 

 

 

 

 

              

    Fonte foto: ArcheoStorie

 

 

Archeologi trovano la Porta del Paradiso.

Teheran, 8 apr. (Giulio Vignati, Mediterraneo Antico) - L’ultima campagna di scavo presso il sito di Tal-e Ajori, nella città bassa della grande Persepoli, ha portato al rinvenimento di nuove porzioni di mura della cosiddetta “Porta di Ciro”, uno dei principali accessi alla fu capitale dell’impero Achemenide. Ma dove si trova Persepoli? Cosa furono l’impero e l’età Achemenide?

Con “Impero Achemenide” si intende quella ricchissima e potentissima entità politica che tutti abbiamo conosciuto a scuola sotto il nome di “Impero Persiano”. Esso prende il suo nome meno noto dalla dinastia che lo governò (gli Achemenidi, appunto), il cui capostipite fu Ciro il Grande, liberatore degli ebrei dalla schiavitù di Babilonia ricordato nella Bibbia.

Leggi tutto

 

marmocarrara

  

 

 

 
  

         
           

 

     Autore foto: Saliko, Wikipedia

   

 

Carrara mette in mostra la storia romana del suo marmo.

Carrara, 9 apr. (Finestre sull'Arte) - Carrara riscopre la sua storia romana e lo fa con la mostra Romana marmora. Storie di imperatori, dei e cavatori, focalizzata sulla cava romana di marmo bardiglio di Fossacava e sul suo ruolo all’interno del più ampio contesto dell’estrazione del marmo lunense. La mostra sarà ospitata presso il CARMI – Museo Carrara e Michelangelo, dal 25 maggio 2024 al 12 gennaio 2025.

Promossa dal Comune di Carrara e dalla Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, l’esposizione è curata da Giulia Picchi, funzionaria archeologa della Soprintendenza ABAP per le Province di Lucca e Massa Carrara, e da Stefano Genovesi, direttore del Museo del marmo di Carrara e dell’Area archeologica di Fossacava.

Leggi tutto

   

reperto_terracina

 

    
              
                               

 


   

       Foto: Maschera mesolitica

       Fonte: Laregione.ch

  

Torna da Berlino antico reperto archeologico rubato a Terracina.

Roma, 4 apr. (Giornale Diplomatico) - I militari del Comando Generale Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, Nucleo di Roma, restituiscono alla città di Terracina una maschera in terracotta, un reperto di interesse archeologico che potrà essere finalmente esposto al pubblico.

Il reperto, considerato dagli esperti di grande valore, era stato consegnato da un cittadino tedesco ai funzionari dell’Ambasciata d’Italia a Berlino.Dopo la denuncia di un cittadino tedesco, che ha consegnato l’antica maschera al personale dell’ambasciata, il reperto è stato riportato in provincia di Latina ad opera dei Carabinieri che si occupano della Tutela delle Opere in Italia.

Leggi tutto

romanzo_autore

 

 

 

 

 

 

   

  

 

In libreria e in internet "Lo zucchero nel cappuccino" di Federico Bardanzellu.

Completa la trilogia  iniziata con “Quei buchi nel muro” e proseguita con "Il fardello del coleottero", mantenendo lo stile scorrevole e da "commedia all'italiana" dei volumi precedenti. Il libro è ambientato negli anni novanta del XX secolo, in piena tangentopoli. Il protagonista, ora funzionario pubblico, vede disgregarsi il suo ideale di mettere l'amministrazione al servizio del cittadino. Riesce con grande difficoltà a rimanere fuori dal giro della corruzione ma viene accusato da un inquisito. L'accusa, tuttavia, si rivela subito inconsistente. Nella vita privata, inizialmente, il protagonista è ancora l'eterno Peter Pan dei due libri precedenti. Si innamora però di una collega di lavoro che lo riavvicina alla religione. Dopo decenni di agnosticismo scopre il valore del perdono. Per un evento imprevisto si trova a operare in favore della figlia del suo vecchio accusatore. Pur potendolo non si sottrae, dimostrando di aver perdonato.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:

www.lauracaponeeditore.com  

 Museodeidolmen.it & Romalavoro.net   Privacy Policy